SARAHSSON

TEATRO SAN CARLO
19:00 / 09 DECEMBER 2023

Dopo il successo del suo tour primaverile, che ha incluso la settimana della moda di Parigi, uno show in prima serata al Rewire festival e altri eventi in programma, torna all’inizio di settembre con Bendik Giske al Volksbühne e con una performance di apertura al She Makes Noise Festival.

Il suo nuovo e inedito spettacolo dal vivo prevede potenti coreografie, i visual del collega bristoliano Studio Dosage (Rihanna, Kylie Jenner, Tame Impala), oggetti di scena di cartapesta pieghevoli e fai-da-te, luci gestite dal suo laptop e i soliti strumenti fatti in casa in tre potenti atti. Oltre a tutte le precedenti sfaccettate abilità artistiche, alchimie corali e gutturali espressioni di divina queerness per le quali è riconosciuta. Pensate a un’estate da ragazza muschiata che diventa selvaggia in un club e vi avvicinerete alla singolare forza creativa massimalista che è Sarahsson. Senza voler sembrare un cliché, non è una di quelle su cui si può dormire, con uno spettacolo dal vivo che riunisce i suoi vari talenti in un’espressione viscerale della transessualità come arte. Il lavoro di Sarahsson si occupa di estremi, traendo ispirazione tanto dal mondo naturale quanto dal gore e dai rumori più duri, e la sua performance dal vivo riflette questo aspetto: i temi dei corpi che vengono contorti, fatti a pezzi e combinati di nuovo attraversano il suo lavoro per creare scenari belli e dolorosi. La performance si articolerà in tre atti: ACT1: terra e natura, lavorando con gli elementi. ACT2: stroboscopico ed edonistico. ACT3: euforico e celestiale. Attualmente sta sviluppando gli oggetti di scena e l’allestimento del palcoscenico: tende trasparenti abbinate a proiettori, uno stroboscopio e un marchingegno che fa gocciolare una piccola quantità d’acqua in una ciotola (se conforme alle norme di sicurezza per i locali), e per gli spettacoli più grandi una grande roccia realistica ricoperta di muschio fatta di cartapesta. Qui il moodboard. Produttore, compositore, costumista e artista performativo, Sarahsson fonde il club edonistico con il rumore gutturale, la trance euforica e la composizione neoclassica. Invece di usare campioni preconfezionati, ne crea di propri trasformando in percussioni le registrazioni sul campo di canne di palude e sussurri. In linea con questo spirito DIY, ha anche costruito il suo Daxophone, uno strumento ad arco che sotto il suo rituale evoca soffi e lamenti mostruosi.

𝗧𝗜𝗖𝗞𝗘𝗧𝗦 dancityfestival.it/tickets/

Dancity Festival 2022 ⓒ Privacy Policy